Smalto per ferro: quale scegliere e come usarlo

21 Dicembre 2021
Smalto per ferro: quale scegliere e come usarlo

Lo smalto per ferro è un prodotto molto utilizzato, ma non tutti coloro che si trovano a doverlo utilizzare ne conoscono tutte le sfumature. Nel nostro articolo andremo a parlare di questo prodotto, analizzandolo sotto diversi aspetti, ovvero andremo a scoprire come diluire lo smalto per ferro, quale sia il miglior smalto per ferro e quali sono le varie tipologie in commercio.

Come scegliere e usare lo smalto in ferro? Ecco una guida all’acquisto che potrà esserti d'aiuto nella scelta e nell’utilizzo di questo prodotto.

Smalto per ferro come si usa

Abbiamo potuto apprendere che lo smalto per ferro va diluito, e questo per una ragione ben precisa, ovvero che diluendolo risulta molto più facile da posare, in quanto presenta una maggiore fluidità che permette una stesura rapida e precisa, senza incontrare alcuna difficoltà. Questo significa che risulterà essere un lavoro possibile anche per i meno esperti del fai da te.

Una delle cose importanti da conoscere, quando si parla di smalto per ferro, è quello che riguarda l’asciugatura. Qual è il tempo asciugatura smalto per ferro? Dopo la seconda mano, ovvero a lavoro concluso, si dovranno attendere 24 ore affinché lo smalto sia essiccato.

C’è da tenere presente però che questo non è sufficiente per considerare concluso il lavoro: infatti, per essere sicuri che lo smalto sia completamente resistente, si dovrà attendere che abbia raggiunto la durezza effettiva. Questo avviene solo dopo 3 o 4 giorni dalla posatura definitiva, ovvero, come detto in precedenza, dalla seconda mano.

Tipologie di smalto per ferro

Andiamo adesso a parlare di un secondo aspetto importante che riguarda questo prodotto, ovvero quanti e quali tipi di smalto per ferro ci sono attualmente in commercio. I più utilizzati sono sostanzialmente cinque, e li andiamo a vedere nel dettaglio:

  • Smalto sintetico per ferro: quando si parla di sintetico, ci riferiamo a una vernice di tipo vetroso, che può essere neutra o anche colorata, la cui funzione è ovviamente quella del rivestimento delle superfici. Si tratta di un tipo di smalto molto poliedrico, in quanto può essere utilizzato, oltre che sul ferro, anche su ceramica, metallo e legno.

Gli smalti sintetici per il ferro possono essere sia di tipo sintetico che di tipo acrilico e, come tutti i prodotti di questo genere, hanno un solo e unico fine, che è ovviamente quello di fare da protezione al materiale che vanno a rivestire.

Si tratta di un prodotto utilizzato sia da persone private che dalle aziende piccole, medie e grandi, proprio per la grande versatilità che ha.

  • Smalto gel per ferro: si tratta di un prodotto che risulta eccellente quando si deve andare a trattare e coprire una superficie che non si presenta pronta al trattamento. In pratica, se già è presente su di essa della ruggine.

Infatti, lo smalto gel specifico per il ferro è un anticorrosivo ad alto spessore, che è stato realizzato con una doppia funzione: la prima è quella di fare da fondo antiruggine, per evitare che essa si formi di nuovo, la seconda è quella di risultare una volta posato uno smalto brillante, per una finitura eccellente.

Essendo un antiruggine, si applica direttamente sulla zona in cui essa è presente, e la caratteristica importante di questo prodotto è che, sebbene sia corrosivo nei confronti della ruggine, non lo è con il materiale ferroso. 

  • Smalto spray per ferro: si tratta di un tipo di smalto che ha una serie di aspetti positivi, che lo rendono di fatto una delle migliori scelte che si possano fare. Infatti, innanzitutto è facile da applicare, protegge ad un livello molto elevato e si può applicare direttamente sulla ruggine. Non solo, lo spray permette di avere una colorazione omogenea anche sulle superfici irregolari, ed infine è applicabile anche sui materiali porosi.
  • Smalto all'acqua per ferro: si tratta di quella che in gergo si chiama vernice auto reticolante, che si presenta a temperatura ambiente, e tra le caratteristiche principali abbiamo la preservazione e la protezione del materiale su cui viene posato.

È particolarmente indicato sia per il ferro vecchio che per quello nuovo, e tra le ottime peculiarità che ha, ci sono un’ottima bagnabilità ed un’ottima adesione. Tra le sostanze che ci sono all’interno, troviamo i filtri UV. Infine, tra gli aspetti positivi, abbiamo una buona resistenza all'acqua ed agli alcali.

  • Smalto per ferro senza carteggiare: come si può capire dal nome, si tratta di una tipologia facile da usare, che si applica direttamente sulla superficie da trattare. È facile da usare e la verniciatura finale è garantita per essere perfetta e per durare a lungo.

Una delle sue caratteristiche migliori è che può essere applicato su superfici verticali. Questo perché possiede la peculiarità di non colare. Vuoi il prodotto giusto per te? Nel nostro store online potrai trovare un’ampia gamma di smalti per ferro a prezzi davvero vantaggiosi, adatti ad ogni tua esigenza.

Vai all'articolo precedente:Antiruggine: quale scegliere, a cosa serve e come si usa
Vai all'articolo successivo:Verniciare travi in legno: vernice e attrezzatura adatta
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 10% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su