Come stuccare e verniciare la vetroresina

22 Novembre 2022
Come stuccare e verniciare la vetroresina

La vetroresina è un materiale resistente e leggero, usato ampiamente in diversi settori come quello delle automobili, imbarcazioni, velivoli, e comunque oggetti destinati a rimanere esposti agli sbalzi atmosferici.

Col passare del tempo il degrado è inevitabile e nella vetroresina possono formarsi crepe, spaccature o addirittura veri e propri buchi.

Come fare per riportare a nuovo questo materiale e usufruire nuovamente dell’oggetto che è stato danneggiato? La soluzione è quella di stuccare la vetroresina e verniciarla. Ecco di seguito tutto quello che bisogna sapere per stuccare e verniciare la vetroresina.

Quale stucco usare per verniciare la vetroresina

Con cosa stuccare la vetroresina? Lo stucco riempitivo è quello indicato da usare per verniciare vetroresina. Si tratta di uno stucco in poliestere bicomponente contenente un ancorante NT.

Adatto per riparare grossi danni sia a livello industriale che per hobby, lo si può utilizzare su metallo, calcestruzzo, legno, svariati tipi di composti plastici e su molto altro.

Questo tipo di stucco permette di eliminare buchi, scheggiature, graffi, ammaccature e altri danni che gli agenti atmosferici causano su strutture e oggetti in vetroresina. E’ quindi ottimo per le carrozzerie auto, per velivoli, imbarcazioni in cui vi sono parti in vetroresina.

Come stuccare la vetroresina

Per stuccare la vetroresina occorre eseguire un procedimento specifico, che va svolto con cura, al fine di ottenere un ottimo risultato. Ecco i passaggi da rispettare per applicare lo stucco sulla vetroresina:

  • Per prima cosa, bisogna preparare la zona dove deve essere eseguita la stuccatura della vetroresina, ordinando e pulendo lo spazio da utilizzare.
  • Iniziare passando una spugna oppure un panno imbevuto con diluente antisilicone sull’oggetto o struttura in vetroresina, e asciugare subito dopo. Con questo gesto vengono rimosse tracce di polvere e sporco dalla vetroresina, e anche le tracce della cera al silicone.
  • Carteggiare accuratamente usando nuovamente l’acqua, prima con la carta vetrata da 600 e poi con quella da 1000. La superficie deve apparire perfettamente levigata. Terminata l’operazione, rimuovere qualsiasi residuo con della carta assorbente e asciugare con un panno morbido.

A questo punto è possibile procedere con la stuccatura utilizzando lo stucco riempitivo, che come detto prima è adatto per chiudere buchi e spaccature nella vetroresina. Ecco come usare lo stucco:

  • Mescolare in una ciotola lo stucco con un po’ di catalizzatore fino ad ottenere un composto omogeneo e poi applicare con una spatolina sulla zona da stuccare.
  • Fare asciugare circa 2 ore e poi levigare la superficie con della carta vetrata a grana grossa, da 180-200, agendo però con delicatezza.
  • Proseguire con la levigatura utilizzando della carta a grana più fine, da 320 a 400.
  • Se sono ancora presenti delle imperfezioni, eseguire un'ulteriore stuccatura e carteggiare con della carta vetrata di grana 400.

Quando si passa la carta vetrata bisogna fare molta attenzione perché lo stucco potrebbe consumarsi del tutto o magari possono formarsi delle rigature o dei bozzi. Conclusa la fase della stuccatura, è il momento di passare alla verniciatura della vetroresina.

Strumenti e vernice adatti per la verniciatura

Per poter verniciare la vetroresina è necessario avere a disposizione strumenti e vernice adatti. Gli strumenti indispensabili per stendere la vernice sono il compressore e una pistola a spruzzo, ideali per applicarla in maniera uniforme sulla superficie da trattare.

Invece, la vernice per vetroresina più usata è quella poliuretanica bicomponente, che assicura grande resistenza alle abrasioni e una finitura ottimale. La vernice bicomponente è formulata con una soluzione di resina e un catalizzatore.

In alternativa, per chi non vuole usare compressore e pistola a spruzzo, può acquistare le vernice in bombolette spray, comode e pratiche da utilizzare.

Come verniciare la vetroresina

Dopo aver concluso la stuccatura nella vetroresina si può procedere con la verniciatura. Per cominciare, passare una mano di primer, un aggrappante adatto per vetroresina, verificando che sia compatibile con la vernice da utilizzare per la finitura.

Dopo aver steso il primer, attendere almeno 4 ore prima di verniciare, in modo da farlo asciugare per bene. In genere ne basta una sola mano e può essere applicato sia con il compressore che a spray.

Se la parte da trattare è stata sverniciata, ma la struttura o l’oggetto è ancora verniciato provvedere a sfumare i bordi della zona da verniciare e fare asciugare, poi carteggiare ad acqua con carta vetrata fine, ad 800.

Proseguire con l’applicazione della vernice, scegliendo il metodo preferito, quindi con pistola a spruzzo oppure a spray. Se si tratta di vernice in barattolo, quindi da applicare con il compressore, mescolare prima il diluente come indicato sulla confezione e poi proseguire come segue:

  • Accendere il compressore per fare ricaricare l’aria
  • Regolare la pressione 
  • Collegare il tubo alla pistola 
  • Versare la vernice col diluente nel serbatoio della pistola
  • Aprire la valvola di dosaggio.
  • Caricare lo spruzzo e procedere

A questo punto spruzzare sulla struttura o sull'oggetto in vetroresina, mettendosi a 15/20 centimetri di distanza. Sovrapporre i passaggi per non vedere i bordi della stuccatura.

Vai all'articolo precedente:Come verniciare il legno laccato: consigli pratici
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 10% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su